Home Sommario Preferiti Idee Foto

Mail Me

Pittura Poesia Soffio Vitale Arte Digitale Caffè d'Autore Oreficeria Artistica
 
La Porta Le Stagioni Piccole Palazzine Il Microcosmo Il Macrocosmo Il Viaggio In Treno inCastri

 

Vite in se, semplici e complicate, avvitate in se.

Piccole Palazzine,

senza fondamenta, scheletri semoventi, cemento armato,

falsi piani e piani falsi.

Veneri viscide, bugiarde e pazze,

sorrette da fili di lana, biancheria anno_data,

avide cartomanti, spi_riti volanti, minuscoli amanti,

sto_nati cantanti, abbronzati praticanti, teneri di_amanti.

Piccole Palazzine,

Lascive meretrici, schizofreniche e false, nascoste nei garage fra i panni stesi e nei letti col volume del televisore,

dietro silenzi tombali,  insensati, patriarcali.

Vite multiple dipartono su strade, panorami, ambienti, scenari, 

abiti di_versi. Fregolismo genetico.

Piccole Palazzine,

amministratori di rango, ruttanti, arroganti, pres_untuosi,

tracotanti, inso_lenti, superbi, petulanti, appuntiti,

impettiti, ingessati dall’amido sul vestito, dal grasso sui capelli, profumati da colonie inglesi,

e che entericamente olezzano gli ambienti.

Piccole Palazzine,

giocatori di carte senza poker,

avvolti da calze a rete, guepiere e tacchi a spillo.

In tasca santini e numeri da giocare,

buoni di consegna, lavoro in nero,

cravatte da anno_dare, soldi da ri_avere

Piccole Palazzine,

Vecchie caldaie mai mantenute, termo_sifoni spenti,

legna bagnata, cerini senza teste, prosperi inumiditi.

Senza il calore, il freddo più assoluto.

Chi amministra ordina, decide sul calore da destinare.

Solo pochi gli Inetti si scaldano, nell’attesa di recepire.

Solo pochi gli Eletti si scaldano, nelle alcove 

in brandelli di carne maleodorante,

lavati da acque gelide che non disinfettano.

Piccole Palazzine,

varie vite avariate, alzando barriere e vetrate.

Vite pro_tette e sicure dalle alte torri,

scrivanie dai cassetti chiusi a chiave gelosamente.

Cassetti cust_odi:

Inconcludenti manomissioni della verità.

Docu_menti trafugati, scaricati con l’inganno,

impossibili da mostrare, da non esibire per non rischiare.

e buste paga per la retribuzione…

… ordinario mercimonio per prestazioni senz’anima…

… la Nullità, non zero, il Nulla.

Gli occhi dell’anima ovunque arrivano,

fotografano gli atti, le parole, i profumi di viole.

Gli occhi si moltiplicano,

e bocche cucite si aprono loquaci

per riprodurre immagini da divulgare, 

da pubblicare per rendere Giustizia.

Piccole Palazzine,

Ascensori per salire e soprattutto scendere,

portieri che controllano i pesci senz’acqua nelle fontane,

odore di sugo e cipolle, pianoforti muti, letti da rifare, caffè amari,

tomboli per ricamare, ditali per rammen_dare le sottane.

Piccole Palazzine,

abitate da Puttane.

 

©2006 by RIVISTA di EQUIPéCO - CARMINE MARIO MULIERE EDITORE

 

Biografia Critica Bibliografia Opere Recensioni Rassegna Stampa
 

Copyright © 2020 – Tutti i diritti riservati. Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono tutelati dalle norme sul diritto d’autore. E’ Vietata la pubblicazione senza l’esplicito consenso dell’autore. L’artista pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica delle opere in ogni forma e modo, originale e derivato.